Nel 2022, in Europa, diversi sistemi di assistenza alla guida
(spesso identificati con l'acronimo inglese Adas) diventeranno
obbligatori. L'Ue ha infatti raggiunto un accordo preliminare per
imporre l'installazione, di serie, di 15 differenti sistemi di sicurezza
attivi e passivi su tutte le nuove automobili e i veicoli commerciali:
per le vetture già in commercio, omologate per la vendita prima del
2022, le dotazioni diverranno obbligatorie a partire dal maggio del
2024.
Più sicurezza. Prima di entrare
effettivamente in vigore, l'intesa raggiunta dai rappresentanti
dell'Unione Europea dovrà essere approvata dal comitato per il mercato
interno e la protezione dei consumatori, oltre che da tutti i Paesi
membri: quindi, dovrà essere sottoposta al giudizio del Consiglio dei
ministri e del Parlamento. Il nuovo regolamento, già richiesto dai deputati nel 2017,
punta a rendere più sicure le strade europee: secondo le stime, la sola
introduzione del limitatore di velocità intelligente permetterebbe di
ridurre la mortalità stradale del 20%.
I nostri test a Vairano. Con l'arrivo dei
nuovi Adas, Quattroruote ha aggiornato anche le Prove su strada,
collaudando il funzionamento dei sistemi Adas sulla pista di Vairano. I
test riguardano tutte le nuove auto e valutano analiticamente
l'efficacia dei sistemi di bordo. Attualmente stiamo sottoponendo
sistemi come la frenata automatica d'emergenza a prove con pedoni, altri
veicoli e scenari più complessi, come le false ripartenze e la marcia
in colonna.