Manauto
 
 
 
 
CHIAMACI:
0924502612
 
 
ORARI:
Lun/Ven 8.30-13.00/ 15.00-19.00 | Sab 8.30-13.00
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

News

News > La Manauto presente anche su RETEIMPRESE.IT

La Manauto presente anche su RETEIMPRESE.IT

Visita la ns. vetrina..

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Puoi visualizzare la ns. scheda aziendale con tutte le informazioni sulla ns. attività e sui ns. contatti. Puoi lasciare i tuoi commenti sui ns. servizi oppure condividere le tue opinioni sui social...... 
News > Sicurezza: Unione Europea, Gli Adas obbligatori dal 2022

Sicurezza: Unione Europea, Gli Adas obbligatori dal 2022

Dalla sezione News di Quattroruote.it

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Nel 2022, in Europa, diversi sistemi di assistenza alla guida
(spesso identificati con l'acronimo inglese Adas) diventeranno
obbligatori. L'Ue ha infatti raggiunto un accordo preliminare per
imporre l'installazione, di serie, di 15 differenti sistemi di sicurezza
attivi e passivi su tutte le nuove automobili e i veicoli commerciali:
per le vetture già in commercio, omologate per la vendita prima del
2022, le dotazioni diverranno obbligatorie a partire dal maggio del
2024.
Più sicurezza. Prima di entrare
effettivamente in vigore, l'intesa raggiunta dai rappresentanti
dell'Unione Europea dovrà essere approvata dal comitato per il mercato
interno e la protezione dei consumatori, oltre che da tutti i Paesi
membri: quindi, dovrà essere sottoposta al giudizio del Consiglio dei
ministri e del Parlamento. Il nuovo regolamento, già richiesto dai deputati nel 2017,
punta a rendere più sicure le strade europee: secondo le stime, la sola
introduzione del limitatore di velocità intelligente permetterebbe di
ridurre la mortalità stradale del 20%.
I nostri test a Vairano. Con l'arrivo dei
nuovi Adas, Quattroruote ha aggiornato anche le Prove su strada,
collaudando il funzionamento dei sistemi Adas sulla pista di Vairano. I
test riguardano tutte le nuove auto e valutano analiticamente
l'efficacia dei sistemi di bordo. Attualmente stiamo sottoponendo
sistemi come la frenata automatica d'emergenza a prove con pedoni, altri
veicoli e scenari più complessi, come le false ripartenze e la marcia
in colonna.
News > Autovelox: un decreto per l'uso corretto e trasparente

Autovelox: un decreto per l'uso corretto e trasparente

Dalla sezione News di Auto.it

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
La commissione Trasporti della Camera dei Deputati ha votato all’unanimità la risoluzione presentata da Simone Baldelli di Forza Italia con la quale viene chiesto un decreto per un “uso corretto e trasparente di autovelox e proventi delle multe”.
In questa maniera si sollecita il governo a convocare entro il 31 maggio la Conferenza Stato-Città e autonomie locali, col fine di esporre il testo di legge ai territori cercando di arrivare all’emanazione il prima possibile per combattere gli autovelox "selvaggi", che inducono gli automobilisti anche a frenate pericolose per evitare le sanzioni.
Autostrade: Tutor resta attivo in attesa del sostituto
Secondo Forza Italia infatti spesso “si assiste all'utilizzo distorto e vessatorio dei dispositivi di rilevazione a distanza", e inoltre, a proposito dell’utilizzo dei proventi delle multe, "si rileva che meno di 300 comuni su 8.000 rispettano la legge, senza sanzioni per gli enti inadempienti che, malgrado l'obbligo di legge, non presentano la relazione annuale al ministero”.
Questa risoluzione si pone l’obiettivo “di disciplinare in modo chiaro e definitivo il tema della trasparenza e dell’utilizzo dei proventi derivati dalle sanzioni irrogate per le violazioni del Codice della Strada da parte delle amministrazioni locali, nonché quello delle modalità di collocazione e corretto uso dei dispositivi o mezzi tecnici di controllo, finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni delle norme di comportamento”.
Secondo il deputato di FI Baldelli, la risoluzione avrebbe avuto "il parere favorevole del Governo", nonostante la proposta provenga da un partito di opposizione. Poiché già aveva "condiviso la necessità di portare a termine il provvedimento con il ministro Toninelli, nel corso di un'interrogazione che si era svolta a marzo".
News > Maggio 2019: Scadenza revisione automezzi

Maggio 2019: Scadenza revisione automezzi

Avviso ai ns. clienti per evitare le sanzioni

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Il mese di Maggio è appena iniziato e come al solito ci premuriamo di avvisare i ns. clienti, sia telefonicamente sia con lettera, di questa importante scadenza mensile. La REVISIONE per legge non si può eludere e pertanto va effettuata entro la fine del mese di competenza. L'invito della Manauto Srl è di controllare il tagliandino riportato sul libretto di circolazione del Vs. mezzo.Inoltre ricordiamo che la revisione viene fatta dopo quattro anni la prima volta dall’acquisto del veicolo nuovo, e poi ogni due anni. Le sanzioni nel caso si viene fermati senza revisione, variano dai 170 euro ai 680 euro. In questo caso viene applicato sul libretto di circolazione un tagliando con la scritta “sospeso”, che obbliga a tenere fermo il veicolo fino a quando non verrà effettuata la revisione. Nel caso si circolasse con questa dicitura e il proprietario del veicolo venisse fermato e controllato, la sanzione varia da 1950,00 euro a 8000,00 euro, e in più il fermo amministrativo del veicolo di 90 giorni. Infine, per revisione falsa, c’è la confisca amministrativa del veicolo e una multa che puo’ arrivare fino a 1700,00 euro.
News > Buona Pasqua 2019

Buona Pasqua 2019

La Manauto Srl augura una buona Pasqua a tutti

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
News > Da oggi siamo su MisterImprese.it

Da oggi siamo su MisterImprese.it

Vedi la ns. scheda e rilascia la tua recensione

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Puoi visualizzare la ns. scheda aziendale con tutte le informazioni sulla ns. attività e sui ns. contatti. Puoi lasciare i tuoi commenti sui ns. servizi oppure condividere le tue opinioni sui social...... Clicca sul logo MisterImprese.
Manauto Srl Alcamo (TP)
News > Aprile 2019: Scadenza revisione automezzi

Aprile 2019: Scadenza revisione automezzi

Avviso ai ns. clienti per evitare le sanzioni

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Il mese di Aprile è appena iniziato e come al solito ci premuriamo di avvisare i ns. clienti, sia telefonicamente sia con lettera, di questa importante scadenza mensile. 
La REVISIONE per legge non si può eludere e pertanto va effettuata entro la fine del mese di competenza. 
L'invito della Manauto Srl è di controllare il tagliandino riportato sul libretto di circolazione del Vs. mezzo.
Inoltre ricordiamo che la revisione viene fatta dopo quattro anni la prima volta dall’acquisto del veicolo nuovo, e poi ogni due anni. Le sanzioni nel caso si viene fermati senza revisione, variano dai 170 euro ai 680 euro. In questo caso viene applicato sul libretto di circolazione un tagliando con la scritta “sospeso”, che obbliga a tenere fermo il veicolo fino a quando non verrà effettuata la revisione. Nel caso si circolasse con questa dicitura e il proprietario del veicolo venisse fermato e controllato, la sanzione varia da 1950,00 euro a 8000,00 euro, e in più il fermo amministrativo del veicolo di 90 giorni. Infine, per revisione falsa, c’è la confisca amministrativa del veicolo e una multa che puo’ arrivare fino a 1700,00 euro.
News > La Manauto Srl trasforma il tuo autocarro in macchina operatrice

La Manauto Srl trasforma il tuo autocarro in macchina operatrice

Siamo centro accreditato presso il Ministero dei trasporti

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
La Manauto Srl trasforma il tuo autocarro in macchina operatrice con capacità di carico, perchè siamo centro accreditato presso il Ministero dei Trasporti come costruttore ed allestitore veicoli - Autorizzazione n°79/2017.

PERCHE' CONVIENE:

- non pagherai più la tassa di possesso (il bollo);
- abbattimento dei costi di assicurazione del mezzo (circa €.200,00);
- abbattimento costo del trasferimento di proprietà (€. 30/40);
- esenzione obbligo di revisione periodica del veicolo;
- per la guida è sufficiente la patente B; non avrai più bisogno della carta CQC;
- eliminazione obbligo conto proprio;
- esenzione prova metrica (cronotaghigrafo);
- potrai circolare anche nei giorni di fermo della circolazione per i veicoli con massa superiore a 7,5 tonellate.

Per saperne di più non esitare a contattarci ai seguenti recapiti:
Telef.   0924 502612
Fax      0924 506378
E-mail  info@manauto.it

News > La Manauto Srl campione di solidarietà

La Manauto Srl campione di solidarietà

Siamo sponsor del progetto "Cuore Nostro"

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Si è concluso il progetto "Cuore Nostro" portato avanti dalla Società MG Comunication con il patrocinio del Comune di Alcamo e volto ad acquistare, tramite fondi privati, due defibrillatori da donare alla Città di Alcamo. 
La cerimonia di consegna è stata fatta venerdì 29 Marzo alle ore 12:00, al Palazzo di Città e contestualmente sono stati consegnati gli attestati di ringraziamento agli sponsor del Progetto.
La Manauto Srl è sponsor di questo meraviglioso ed utile progetto al servizio di tutta la collettività e pertanto siamo orgogliosi di rientrare fra quelle aziende campioni di solidarietà.

News > Revisione auto, moto e quad

Revisione auto, moto e quad

Da Maggio 2018 Nuova Direttiva UE

Share on Facebook
Tweet
Share On LinkedIn
Share by Email
Centro Revisione Manauto

Dal 20 Maggio 2018 i controlli legati alla revisione dell’auto  diventano decisamente più severi. In quella data infatti è entrata in vigore anche in Italia una direttiva europea che mira ad aumentare il livello di sicurezza dei veicoli introducendo dei criteri standard, ovvero che valgono in tutta l’Unione, per effettuare i test di valutazione delle automobili.

A questo proposito è introdotto un nuovo certificato di revisione, che contiene in maniera dettagliata tutti i dati tecnici relativi a tutte le prove eseguite su ciascuna vettura. Un primo cambiamento fondamentale rispetto al passato, quando il documento in questione conteneva soltanto l’attestazione di idoneità a circolare del veicolo a cui faceva riferimento.